Conversion: la luce in fondo al Funnel

Ovvero: come impostare una strategia di marketing efficace per acquisire nuovi clienti

No no, tranquilli, non ci siamo dati improvvisamente alla catechesi on line!!! Abbiamo solo giocato con le parole per spiegare cosa si intenda per conversione degli utenti e come sia possibile guidarli in questo passaggio:

Stiamo parlando del Funnel marketing, ovvero quel processo che si sviluppa in differenti fasi, che guida un semplice visitatore all’acquisto del prodotto/servizio promosso, trasformandolo così da utente in cliente.

Il termine funnel (imbuto) non è stato scelto a caso: è fondamentale che ogni brand abbia piena consapevolezza che questo processo condurrà solamente alcuni dei propri visitatori a diventare clienti fidelizzati.

Quali sono le fasi del Funnel Marketing?

Per comodità è stato identificato un acronimo che riepiloga le 4 fasi del Funnel:

Awarness: è la fase della consapevolezza del cliente, dobbiamo catturare la sua attenzione per condurlo a scoprire di avere un particolare bisogno;

Interest: catturata la sua attenzione dobbiamo conquistare il suo interesse. In questa fase cruciale vanno concentrate tutte le energie e le strategie comunicative, perché è il momento in cui dobbiamo far capire che il nostro prodotto è proprio quello in grado di soddisfare il bisogno appena emerso;

Decision: ora che il nostro utente sa di avere un bisogno che noi possiamo appagare, non dobbiamo fare altro che dargli un’ulteriore spinta per condurlo a scegliere proprio noi e non un competitor, una sorta di incentivo all’acquisto (uno sconto o una particolare offerta);

Action: il nostro utente ci ha scelti, ha deciso di acquistare da noi, ma non possiamo abbassare la guardia: l’ultima fase, forse quella più tecnica, è dedicata a condurlo passo per passo all’acquisto. Dobbiamo fornire tutte le informazioni necessarie per concludere in maniera semplice, facile, lineare e sicura. Massima attenzione ai dettagli che, anche se minimi, possono mandare a monte tutto il nostro lavoro.

 

Ok, siamo giunti alla fine del tunnel, il nostro utente è finalmente diventato un cliente: ce l’abbiamo fatta!!!…Finito qui??

Assolutamente NO: non basta che l’utente diventi un semplice cliente, dobbiamo trasformarlo in cliente fidelizzato!!! È importante quindi curare altrettanto attentamente anche la fase del post vendita, assicurandoci che i feed back siano positivi: ricordiamoci che un cliente soddisfatto non solo continuerà ad acquistare da noi, ma promuoverà in maniera spontanea il brand, e oggigiorno non si può certamente sottovalutare la pubblicità gratuita e genuina di un consumatore contento.

Come impostare una strategia di Funnel marketing efficace?

Individuate le fasi del funnel marketing, è importante capire quali sono gli strumenti che abbiamo a disposizione per guidare gli utenti lungo il nostro imbuto, ossia

  • SEO organica: dobbiamo individuare le modalità che diano massima visibilità alla nostra pagina web per essere trovati facilmente in rete;
  • DEM: l’utilizzo delle newsletter resta ancora uno degli strumenti più utili, specialmente per descrivere i nostri prodotti e i vantaggi che offrono;
  • Chat Bot: sistemi automatici che simulano una conversazione, perfetti per dare informazioni sui prodotti e i servizi di un brand, con un sistema di dialogo più diretto e informale;
  • Campagne social e AdWords: fondamentali per catturare l’attenzione e suscitare la consapevolezza, particolarmente efficaci se fondate sullo storytelling.

Impostare una strategia efficace non significa però utilizzare tutti gli strumenti a disposizione in maniera casuale, ma scegliere quelli più appropriati e idonei alle caratteristiche dei nostri utenti in base alla precisa “fase dell’imbuto” in cui si trovano.

Il vantaggio di potersi affidare ad una strategia significa non improvvisare, ma proporre i contenuti più pertinenti e adatti ai nostri utenti in base ai loro comportamenti, alla propensione all’acquisto o alla manifestazione di interesse dimostrata.

Un ultimo consiglio: che siate in grado di definirla voi, o che vi affidiate ad una società di marketing, è importante avere chiaro che l’obiettivo della strategia non deve essere la vendita fine a sé stessa, ma soprattutto costruire relazioni significative, vere e durature con i vostri utenti.