Google presenta l’aggiornamento dell’algoritmo di ricerca RankBrain

Google ha confermato l’aggiornamento, ma secondo quanto riportato non c’è niente che i webmaster possano fare per recuperare il proprio posizionamento nel caso in cui questo sia peggiorato, se non quello di concentrarsi sulla creazione di contenuti di qualità.

RankBrain è parte dell’algoritmo utilizzato per elaborare i risultati di ricerca di Google (Hummingbird) ed ordinarli adeguatamente, come confermato direttamente da Google stessa. È un sistema di machine learning, basato su intelligenza artificiale, che apprende autonomamente come fare qualcosa, piuttosto che fare quello che gli è imposto di fare da una persona o da un programma dettagliato.

La scorsa settimana è stata applicato l’aggiornamento al “core” dell’algoritmo che si occupa del posizionamento sul proprio motore di ricerca che ha impattato sul ranking di alcuni siti internet.

Google ha postato su Twitter che questi tipi di aggiornamenti vengono rilasciati diverse volte all’anno e che non c’è niente che si possa fare per riguadagnare il proprio posizionamento dopo aver applicato l’aggiornamento. “Alcuni siti potrebbero aver notato dei miglioramenti o peggioramenti”, spiega Google, dicendo che se una pagina peggiorerà il proprio posizionamento, non significa che ci sia qualcosa di necessariamente sbagliato all’interno della pagina, ma che è semplicemente diverso come Google abbia cambiato il suo modello di ranking che ora migliorerà “le pagine che prima erano sottovalutate”.

Questo è l’annuncio ufficiale su Twitter:

Nel weekend circolavano diverse speculazioni su questo tipo di aggiornamento; Google ha deciso così di confermare il tutto.